Esami per Alzheimer: ecco cosa ha scoperto una equipe di studiosi

Esami per Alzheimer

Esami per Alzheimer: una equipe di ricercatori scopre esame che permette di effettuare diagnosi demenza senile e patologie neurodegenerative con adeguata precisione e per tempo

Una demenza senile, una patologia neurodegenerativa come Alzheimer e molte altre, in genere sono delle patologie che è molto difficile essere in grado di riconoscere in tempo ottimale per evitare ulteriori danni e problemi. Motivo, questo, che spesso è alla base anche delle difficoltà di trattamento di queste malattie che, se prese in tempo, potrebbero essere curate e trattate in tutt’altra maniera – e probabilmente anche con maggiore opportunità.

La possibilità di diagnosticare per tempo – e questo significa almeno nella sua fase più precoce o iniziale – una patologia di questo tipo è data infatti da un nuovo esame, che è la stimolazione transcranica in chiave diagnostica, e che è stato appositamente studiato dai ricercatori degli Ospedali Riuniti di Brescia e dell’Ircc Santa Lucia di Roma, con pubblicazione effettuata sulla rivista Neurology.

Secondo quanto è emerso dagli ultimi dati, tra l’altro, questo esame sarebbe in grado di distinguere le tue diverse tipologie di demenza con una percentuale del 90%: un importante risultato, visto che nelladiagnosi delle patologie di questo tipo il tempo è davvero denaro perché consente di intervenire prima e, pertanto, con maggiore accuratezza anche per quel che riguarda il trattamento.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *