L’antifurto casa che riconosce le persone

ladro

Ci stiamo rapidamente avviando verso un mondo dove la tecnologia avrà sempre più un ruolo primario nelle nostre vite, e questo, Casasicura.it è stata tra le prime realtà ad averlo capito. Se utilizzata per scopi positivi ben venga, di contro potrebbe creare delle “interferenze” negative sulle nostre abitudini e sul nostro equilibrio psico-fisico.

 

Un campo dove essa riveste un ruolo importante riguarda la sicurezza. Anche in questo ambito superare il limite potrebbe essere deleterio: mi riferisco alla violazione della privacy. Pensate un po’ al boom dei droni i quali viaggiano liberamente in aria dotati di fotocamera e quindi in grado di riprendere le vite quotidiane di chi se li ritrova a svolazzare sopra la testa.

 

Cambiando discorso, torniamo al tema sicurezza e in particolar modo a quella domestica. Partiamo subito da un presupposto: quanto volete spendere? Che tipo di sicurezza cercate? Se optate per una soluzione economica ci sono allarmi a basso costo il cui semplice lavoro è “suonare” quando viene violata la sicurezza; invece se desiderate una sorveglianza interna che sfrutti al massimo ciò che la tecnologia odierna in materia di sicurezza domestica offre allora il discorso cambia.

 

Un sistema completo dovrebbe essere dotato di:

  • Telecamere a riconoscimento facciale;
  • Sensori;
  • Lucchetti digitali.

 

Entriamo nello specifico. Riconoscere la fisionomia delle persone è il nuovo orizzonte che si è appena aperto nel campo della sicurezza domestica. Come funziona? Tutti i membri della famiglia o dei parenti più prossimi e, se necessario, anche di amici e vicini vengono scannerizzati dalla videocamera attraverso un software in dotazione al momento dell’acquisto e i volti immagazzinati dal programma. Una volta che la loro presenza viene identificata all’interno dell’abitazione, il sistema di allarme non scatta e va in stand bye.

 

Parliamo di un’intelligenza artificiale di alto livello, in grado di gestire un sistema hardware composto non solo da telecamere riconoscimento persone ma anche da allarme, keypad e sensore di movimento. Ogni movimento viene intercettato dal sensore il quale è dotato di una batteria autonoma e può essere installato su porte e finestre registrandone sia la chiusura che l’apertura. Poi c’è anche una chiave elettronica che abilita l’apertura di tutti gli accessi esterni della casa senza digitare il codice di sblocco.

 

Il sistema può essere attivato in vari modi; ci sono sistemi che utilizzano un dispositivo hardware a sfioramento oppure utilizzano un’app che veicola anche le notifiche nel caso in cui le videocamere (addirittura quella del citofono) o i sensori registrassero anomalie negli ambienti sotto sorveglianza; alcuni invece possono comandare a distanza l’intero sistema di sorveglianza e ricevere avvisi dallo stesso.

 

Insomma come avete visto la tecnologia ha creato un modo per rendere sempre più sicura un’abitazione e, statene certi, in futuro ci saranno sistemi di sorveglianza ancora più dettagliati tale da rendere una casa praticamente inespugnabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *