Il mal di testa: una correlazione ancora da chiarire

Chi soffre di cefalea spesso accusa le sue abitudini quotidiane come cause dell’apparire dei sintomi, cosa che colpisce soprattutto l’alimentazione. Sono molte infatti le persone che cercano di ridurre il mal di testa con diete fatte in casa, ritenendo che alcuni alimenti siano la causa principale della cefalea. Anche se alcune intolleranze possono portare a stimolare l’insorgere della cefalea, è vero anche che il digiuno fa lo stesso.

Perché il digiuno porta al mal di testa

Il mal di testa da digiuno è noto a tutti, anche alle persone che soffrono abitualmente di cefalea. Il dolore causato da questo disturbo ha infatti dei tratti distintivi facili da riconoscere. Il mal di testa si sviluppa infatti nella zona frontale del capo, non è particolarmente acuto e neppure pulsante, ma perdura nel tempo. Si manifesta dopo molte ore di digiuno, dalle 10-12 in su, ma spesso impiega anche 48-72 ore prima di andarsene definitivamente, anche dopo aver mangiato. Le cause del mal di testa da digiuno non sono ancora state riscontrate con certezza, ma molti scienziati additano il calo di glicemia nel sangue. Dobbiamo sempre ricordare che il glucosio è l’alimento fondamentale per il nostro cervello: se tale alimento viene a mancare, il cervello ci avvisa con il dolore.

Come evitare il mal di testa da digiuno

Il mal di testa da digiuno colpisce moltissime persone, di tutte le età. C’è chi ritiene che sia una problematica che coinvolge esclusivamente le persone molto magre, ma questo non è vero: il calo di zuccheri dovuto al digiuno avviene anche in una persona sovrappeso, e quindi lo stesso avviene per il mal di testa. Per evitare questo fastidioso disturbo è importante ricordare l’importanza degli snack, da distribuire nell’arco della giornata, in modo da mantenere regolare la glicemia del sangue, evitando i picchi eccessivi, sia verso l’alto, sia verso il basso.

Gli snack contro il mal di testa

Sono moltissime le persone che hanno uno stile di vita che impedisce loro di avere i classici 5 pasti quotidiani. Per evitare che questo incida sulla loro salute e sulla loro produttività è importante che imparino ad avere sempre sotto mano degli snack, quanto più possibile salutari. Oggi sono molti i prodotti che si possono utilizzare in questo modo, il primo fra tutti è la frutta; molti frutti, anche le mele o le banane, contengono una buona dose di fruttosio, uno zucchero semplice che viene rapidamente assorbito dal nostro corpo. Insieme con la frutta sono ottimi snack anche le barrette di miele o cereali, o la frutta disidratata.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi