Perché installare un antifurto casa? Negli ultimi 10 anni aumento del 127% dei furti nelle abitazioni

I furti nelle abitazioni in Italia sono un fenomeno preoccupante: ogni giorno avvengono quasi 700 furti nelle nostre case, con un aumento del 127% nel corso degli ultimi 10 anni. Il Censis ha studiato a fondo questo fenomeno, ottenendo dati interessanti e allarmanti allo stesso tempo. Infatti, nello stesso modo in cui sono aumentati i furti nelle abitazioni, sono diminuiti altri tipi di reato. Inoltre sembra che i malviventi si stiano sempre più allontanando dai “colpi” classici, ossia quelli a discapito di negozi, uffici postali, casse dei supermercati.

Interpretare un fenomeno che ha uno svolgimento nel corso di un decennio non è cosa facile, anche se le cifre parlano chiaro. Ogni due minuti in Italia avviene un furto nelle abitazioni e oggi i ladri non badano più ai particolari: entrano nelle case anche se gli inquilini sono presenti e ad ogni ora del giorno e della notte. Con buona probabilità la migrazione dai negozi alle case è dovuta alla maggiore propensione degli esercizi commerciali ad installare dei sistemi di sicurezza. Forse l’unico riparo che si può apportare a questo costante e progressivo aumento di furti consiste nell’imitare i negozianti, come suggerisce anche CasaSicura.it.

Del resto oggi in commercio si trovano anche sistemi di allarme innovativi, come ad esempio quelli muniti di generatore di fumo: nel momento in cui un malintenzionato entra in casa, questi sistemi producono un fumo denso, che impedisce ai ladri qualsiasi movimento, compresa la possibilità di cercare dei valori o del contante. I sistemi di antifurto casa inoltre sono facili da installare, senza bisogno di cavi o opere in muratura; sfruttano infatti la rete wifi di casa, e questo avviene per i sensori, ma anche per le telecamere di ultima generazione.

Maggiore sicurezza vuol dire anche maggiore protezione dai ladri, cosa particolarmente importante oggi; l’incertezza economica infatti porta molte persone a non investire i propri soldi e a tenere gli oggetti di valore direttamente in casa, magari nascosti in modo creativo, senza però possedere casseforti o altri strumenti di questo genere. Molto probabilmente è questo atteggiamento che attira i ladri, visto che i loro bottini sono sempre più ricchi. I dati del Censis parlano chiaro e non sembra che sia possibile un’’inversione di tendenza nell’immediato futuro. Nel corso dell’ultimo anno sono state denunciate a piede libero più di 15.000 persone a causa dei furti nelle abitazioni, un numero che spaventa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi