I piani di accumulo: quali proposte dal mercato

Molti dei piccoli investitori italiani amano tradizionalmente immettere i loro soldi nei piani di accumulo; si tratta di investimenti sicuri, che funzionano accantonando piccole cifre ogni mese, o da versare in una sola rata annuale. Il rendimento dei piani di accumulo dipende strettamente dal prodotto in cui sono poi effettivamente inseriti i soldi, in genere un fondo di investimento.

Cosa si intende per piano di accumulo

Un piano di accumulo è un investimento di vario genere, che comporta un versamento di una cifra in modo periodico. In linea generale ne esistono di due tipi: mensile o annuale. In sostanza la cifra da inserire nell’investimento ogni anno può essere pagata in una sola rata, o suddivisa in 12 rate mensili. Per molte persone il gradimento nei confronti di prodotti di questo genere è dovuto alla possibilità di accantonare un certo capitale in modo scarsamente sensibile: si può sottoscrivere un piano di accumulo anche con solo 50-100 euro al mese, quindi senza pesare eccessivamente sul budget familiare.

I piani di accumulo disponibili

Sono moltissime le finanziarie e le banche che propongono ai loro clienti dei piani di accumulo, abbastanza vantaggiosi. In genere si tratta di prodotti che hanno un termine non troppo in là nel tempo: i soldi si accumulano per soli 2, 4 o 6 anni, al termine dei quali si può recuperare tutto il capitale, con un piccolo interesse. La quantità di interesse ottenuta dipende dal prodotto che si acquista con il piano di accumulo, ad esempio un fondo azionario, o un fondo obbligazionario. Molti clienti prediligono piani di accumulo che hanno una elevata durata, anche di vari decenni. Questo tipo di prodotto viene spesso usato come fondo di sicurezza per la terza età, visto che il capitale versato sarà disponibile solo dopo 20-40 anni di tempo.

Quanto si guadagna con i piani di accumulo

Ogni diverso piano di accumulo ha condizioni particolari, che potrebbero anche non comprendere la possibilità di ottenere degli interessi. Le variabili in gioco sono infatti molte: la durata del piano, la cifra versata periodicamente, la possibilità di recuperare il capitale nel corso del tempo, l0investimento dei fondi in tanti prodotti diversi. Buona parte dei piani di accumulo propone interessi abbastanza bassi, pari a qualche punto percentuale all’anno. La durata del piano però consente di accumulare capitali importanti, in modo semplice e comodo. Prima di sottoscrivere un piano i accumulo è bene verificare se ci sono delle spese da pagare nel corso del tempo, o se è possibile ritirare il capitale, tutto o in parte, quando necessario.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi