Category Archives: Salute e benessere

Nausea mattutina in gravidanza: non solo al mattino

Nausea mattutina in gravidanza

Nausea mattutina in gravidanza: non solo. Infatti, le donne che sono nella condizione di stato interessante vivono una condizione che le riguarda per tutto il periodo della dolce attesa, e non solo al mattino

Al giorno d’oggi si parla sempre più spesso, quando si fa riferimento alla gravidanza, di nausea mattutina in gravidanza, ma in realtà la condizione che porta alla nausea fastidiosa durante il periodo della gestazione non è sempre legata solo al periodo delle prime ore del mattino. Anche se si parla sempre più di cosiddetta  “morning sickness”, in realtà la gravidanza è spesso caratterizzata dalla nausea e dal vomito, e questa condizione non è solo legata al mattino.

Infatti, medici ed esperti tendono a sostenere la nausea in gravidanza non sia solo mattutina, ma riguardi un po’ tutte le ore del giorno, perché questa condizione spesso atipica, compare non solo al mattino ma in qualunque ora della giornata, e spesso senza alcun preavviso. Molte donne, infatti, lamentano di provare quella fastidiosa nausea, che in genere si accompagna anche a fastidio nei confronti degli odori, anche durante la giornata, più volte al giorno, e tendenzialmente anche durante la notte, per gran parte dei primi mesi della gestazione e in genere fino al quarto.

Nausea in gravidanza ereditaria: ecco cosa emerge secondo esperti

Nausea in gravidanza ereditaria

Nausea in gravidanza ereditaria? Secondo gli esperti, pare che la nausea mattutina in gestazione sia una condizione dettata anche da ereditarietà

La nausea in gravidanza è uno dei disturbi più comuni di una donna. In effetti, questa condizione compare specialmente durante le prime settimane di gestazione – ed in maniera particolare soprattutto a partire dalle prime settimane, dalla sesta all’incirca – e accompagna la donna in dolce attesa fino all’incirca al quarto mese di gestazione. In realtà, però, molte donne soffrono di nausea durante la gravidanza per tutto il periodo della dolce attesa e questo rappresenta una condizione difficile da affrontare dal punto di vista psicologico.

Ma cos’è la nausea in gravidanza ereditaria? Quando si parla di dolce attesa, bisogna ricordare un punto molto importante, che è quello legato al fatto che molte donne che si trovano in dolce attesa provano questa condizione fastidiosa. Secondo gli esperti, la nausea in gravidanza può addirittura essere ereditaria, e questo significa che se già la mamma ha sofferto di nausea durante la gestazione, vi sono ottime possibilità che anche la figlia, futura neo mamma, soffra di nausea in gravidanza. Una condizione ereditaria, quindi, anche se si tratta comunque di ipotesi, fino ad ora non confermate da evidenti prove mediche e scientifiche.

Ansia salva da infarto? Ecco cosa emerge dalle ultime novità

Ansia salva da infarto

Ansia salva da infarto? Può essere una condizione in grado di salvare la vita in caso di attacco cardiaco

L’ansia è spesso motivo di problemi anche di natura fisica, oltre che di natura psicologica: la persona che vive in un continuo stato di ansia è quasi certamente e quasi sempre una persona che non sta bene né con sé stessa né con gli altri; motivo, questo, per il quale è importante cercare di mettere fine alla condizione di ansia che può influenzare in maniera sicuramente rilevante il nostro rapporto con gli altri.

Eppure – e verrebbe, in questo caso, da dire, chi lo avrebbe mai detto? – pare che l’ansia possa anche comportare qualche vantaggio. Perché predispone la persona che ne soffre in uno stato di allerta, tale per cui talvolta può essere addirittura vantaggioso prevedere una situazione che si potrebbe avverare.

In una condizione specifica, poi, che è quella dell’infarto, pare che l’ansia abbia ancora di più un effetto importante e vantaggioso: secondo quel che è emerso dai recenti studi, infatti, proprio l’ansia, che è una condizione tipica delle donne, porta a tenere sempre sotto controllo i propri sintomi e l’eventuale peggioramento della propria salute. E nel caso di un attacco cardiaco in corso, l’ansia può addirittura rendere possibile il miglioramento delle percentuali di sopravvivenza.

Depilazione uomo: quali sono le zone più trattate?

Depilazione uomo: quali sono le parti del corpo per le quali vi è maggior richiesta da parte degli uomini? Tra le più importanti e diffuse richieste si ricordano soprattutto la depilazione uomo sulla zona della schiena e delle spalle

Quando si parla di depilazione, spesso si fa riferimento soprattutto e principalmente alle donne. Infatti, sono soprattutto le donne che, in maniera chiaramente molto più comune e diffusa rispetto agli uomini, si interessano proprio di questo aspetto importante che è la bellezza del corpo attraverso anche i metodi di depilazione.

Tuttavia, il rinnovato ed a quanto pare anche sempre più crescente interesse che si sta mostrando nei confronti della bellezza maschile ha spinto ovviamente molti uomini a ritenere la depilazione dell’uomo un punto di riferimento molto importante, che è quello dell’aspetto estetico e dell’importanza che esso ha.

Pertanto, quando parliamo di depilazione parliamo oggi anche di depilazione maschile. Ma quali sono le zone più interessanti ovvero le più richieste? In particolare si parla di schiena e spalle: sono queste le zone del corpo che, appunto, sono le più richieste in fatto di depilazione. E tra i metodi più comuni vi è in assoluto la ceretta, che si associa anche all’epilazione permanente, un metodo oggi innovativo ed efficace.

Rimedi naturali depilazione: quali erano i vecchi metodi

Rimedi naturali depilazione

Rimedi naturali depilazione: sono ancora funzionali ed efficaci i rimedi della nonna in merito alla depilazione? Cosa bisogna fare per avere una pelle liscia e perfetta in maniera davvero duratura?

Quando si parla al giorno d’oggi di rimedi naturali, si fa sempre più facilmente riferimento a metodi e tecniche che un tempo potevano essere considerati efficaci, i classici rimedi della nonna, che in genere venivano presi in considerazione dalle donne per mantenersi belle ed in forma.

E pare che, tra questi rimedi, vi fossero anche inclusi quelli per la depilazione: metodi che, secondo gli antichi, potevano aiutare sia nell’eliminazione dei peli superflui, sia per quel che riguarda anche il rallentamento della ricrescita, un problema sicuramente molto sentito per le donne.

Ma quali sono i rimedi naturali della depilazione secondo gli antichi?

Tra le varie tecniche, le nonne consigliavano di utilizzare impacchi a base di papaya, il noto frutto tropicale che, secondo gli antichi, avrebbe un enzima contenuto al suo interno, la papaina, in grado appunto di contrastare la crescita dei peli. Un altro rimedio naturale potrebbe essere quello di applicare sulla zona desiderata un impacco a base di curcuma e latte: dovrebbe essere un rimedio efficace per allontanare il momento della ricrescita e per indebolire i peli in eccesso.

Cannella contro malattie: si può prevenire demenza e Alzheimer

Cannella contro malattie

Cannella contro malattie: una specifica bevanda a base di cannella potrebbe rappresentare un valido aiuto naturale per contrastare e prevenire alcune patologie ed ottenere un ottimo supporto per migliorare le capacità del corpo

Molto spesso accade al giorno d’oggi che, specialmente per via del lavoro e delle varie attività che rischiano di soffocare le nostre giornate e di renderci così sempre più stanchi, si corra in qualche modo il rischio di sentirsi un po’ spossati a fine giornata. Oppure, che in un determinato periodo della vita, proprio a causa delle tante attività da compiere, si possa avere un po’ di stanchezza mentale, tale da rendere un po’ difficile anche la capacità del cervello di tenere in considerazione le cose da fare, gli impegni da rispettare, date ed appuntamenti.

In poche parole, quindi, talvolta il rischio importante che si corre è quello di non riuscire ad affrontare al meglio la propria vita anche a causa della quotidianità. Ed è proprio qui che si possono inserire con una certa efficacia i rimedi naturali, come ad esempio l’uso di cannella contro malattie: rimedi che possono alleviare anche il senso di stanchezza in quanto composti da proprietà non solo anti tossiche, ma anche anti ossidanti e quindi in grado di mantenere un effetto stimolante. Secondo gli esperti, inoltre, una bevanda a base di cannella potrebbe anticipare e quindi contrastare l’insorgenza di malattie come ad esempio la demenza senile e l’Alzheimer.

Rimedi naturali contro tosse: ecco come affrontarla

Rimedi naturali contro tosse

Rimedi naturali contro tosse: è possibile affrontare effetti negativi dell’influenza come, appunto, l’antipatica tosse che colpisce soprattutto la notte, anche senza l’aiuto di medicinali

I farmaci, si sa, possono fare bene in molte occasioni perché aiutano in qualche modo ad affrontare varie problematiche che possono essere importanti e che non possono essere curate se non con il rimedio medico e farmacologico, appunto. Ma quando si parla di alcuni aspetti legati, ad esempio, all’influenza, se è vero che essa va adeguatamente curata con l’aiuto di specifici medicinali è anche vero, dall’altro lato, che alcuni suoi specifici effetti come la tosse possono essere anche trattati con il solo ausilio dei rimedi naturali.

Quali sono, allora, e quanto possono essere davvero efficaci ed efficienti i rimedi naturali contro tosse?

I rimedi della nonna per affrontare i disturbi della tosse, specialmente di notte, sono abbastanza interessanti e pare che alcuni di essi possano davvero fare l’effetto desiderato: le nonne consigliavano, infatti, di assumere specifici rimedi come ad esempio una tazzina di miele caldo con qualche goccia di limone, prima di dormire. L’effetto lenitivo è immediato, grazie al miele, che scioglie il muco, ed anche grazie al limone, il cui scopo in questo caso consiste invece nel disinfettare la gola e le pareti.

Baci e alito cattivo: 60% italiani rinuncia al bacio sotto il vischio

Baci e alito cattivo

Baci e alito cattivo: il 60% degli italiani teme di avere un alito pesante e rinuncia al tradizionale bacio sotto il vischio

Siamo ormai giunti, come sempre, alla fine dell’anno e, ancora una volta, è buona norma per una buona parte di persone intraprendere un percorso di consapevolezza in merito agli eventuali buoni propositi da mettere in atto per il futuro. Buoni propositi che, come sempre, finiscono in una vera e propria lista e che tuttavia rappresentano anche, molto spesso, una “verità” che finisce nel dimenticatoio.

Ad oggi si parla di buoni propositi per il futuro, spesso opzionati alla fine di un anno trascorso ed all’inizio di uno che sta per partire, ma volendo guardare ad un aspetto meno significativo e più “goliardico”, ricordiamo che la notte della vigilia di Capodanno è come sempre una notte importante, anche perché è vista spesso come la notte dei baci. Da dare magari sotto il vischio, alla persona che amiamo oppure da attendere, da colui o colei che ci piace, come una sorta di desiderio realizzato.

Una dolce tradizione, quella del bacio sotto il vischio, che può essere rovinata da una “paura” che, in fondo, è deterrente per molti: quella di avere un alito pesante. Secondo studi e ricerche, pare infatti che ben il 60% degli italiani abbia timore di avere un alito cattivo e, quindi, rinunci al bacio tradizionale sotto il vischio. Una paura che però potrebbe essere smorzata, magari da una buona igiene orale e da visite periodiche dal dentista.

Influenza o no? Secondo medici, ancora non è arrivata

Influenza o no

Influenza o no? Quella che stiamo affrontando in questi giorni non è ancora la vera influenza stagionale

Non si fa che parlare d’altro, in queste ore: con le centinaia di persone che sono state messe ko da febbre e dolori articolari, non si fa che parlare di influenza e di virus, che secondo le ultime notizie, avrebbero determinato problemi e difficoltà per molti. Diverse persone bloccate a letto, con dolori articolari e muscolari, febbre alta, ed anche altri disturbi: è questo il bollettino informativo di un’Italia che sembra sempre più ammalata.

Ma in realtà, i medici insistono, la vera influenza di stagione, quella per la quale abbiamo già fatto il vaccino, in realtà non si è ancora presentata: se è vero che molte persone sono adesso a riposo, perché bloccati da sintomi che sono stati scambiati per influenza stagionale, è anche vero che la vera influenza, il cosiddetto picco influenzale di cui si è tra l’altro molto parlato, non ha ancora nemmeno colpito. E quindi, è bene continuare a tutelarsi, magari evitando tutti quei comportamenti che potrebbero mettere seriamente a rischio la nostra stessa salute: evitare, ad esempio, gli sbalzi di temperatura, e lavarsi spesso le mani, specialmente dopo aver avuto un contatto fisico con qualcuno, e prima dei pasti.

La sigaretta elettronica per la lotta contro il fumo

Le sigarette elettroniche sono dispositivi abbastanza diffusi anche nel nostro Paese. Contrariamente a quanto avviene in altre Nazioni, anche europee, in Italia però non si sta ancora cercando di pubblicizzare questi dispositivi come coadiuvanti nella lotta contro il fumo. La Gran Bretagna ad esempio incentiva la diffusione delle sigarette elettroniche, proprio per sfruttarle come sostituto delle sigarette tradizionali.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi