Truffe WhatsApp: conti correnti bancari e postali a rischio

Truffe WhatsApp

Truffe WhatsApp: la tecnologia ha reso il terreno molto fertile a chi opera nell’illegalità cercando con ogni mezzo di truffare il prossimo. Messaggi bancari fittizi su WhatsApp starebbero mettendo a rischio i clienti di Unicredit

Difendersi dalle truffe associate ai nuovi mezzi tecnologici è diventata ormai una cosa “normale”, in quanto i sistemi informatici hanno insegnato a tutti che i benefici da essi portati sono tali soltanto se va prestata la massima attenzione.

Le truffe su WhatsApp vedono chi delinque inviare messaggi per conto degli Istituti bancari ed in particolar modo dalla Banca Unicredit ai propri clienti: i messaggi riguardano problematiche riguardanti il conto corrente e sono atti a spingere il mal capitato a compilare dei form aperti cliccando su dei link specifici presenti nel messaggio fittizio.

Dopo che il cliente avrà compilato la scheda con ogni dato sensibile, che avrà tutta l’aria di essere una scheda presente all’interno del sito ufficiale, il truffatore sarà in grado anche di svuotare totalmente i soldi contenuti all’interno del conto corrente.

Sarà importante essere a conoscenza dei metodi usati dalle banche per contattare i propri clienti che non prevedono certamente l’utilizzo di messaggistica di alcun genere ma bensì metodi più affidabili come quelli di contattare il cliente via telefono dando ad egli ogni opportuna garanzia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi