Category Archives: Tecnologia

Home / Tecnologia
60 Posts

Chi di voi non ha mai fatto una partita con la Play Station? Che sia di nostra proprietà o di un amico, tutti nel bene o nel male abbiamo provato questa fantastica invenzione che è ormai la console per giochi più venduta al mondo.
E’ da pochi giorni disponibile l’ultima versione, ovvero Play Station 5 che è già primo prodotto richiesto anche nelle maggiori catene come Euronics o MediaWorld.

Questo gioiellino di PlayStation 5 è molto diversa dalle edizioni precedenti, in particolare per quanto riguarda la forma e il peso.
Infatti la sua dimensione è diversa dalle altre in quanto il corpo centrale rimane sempre nero e super lucido, ai lati delle bande di plastica che hanno un colore tendenzialmente vicino al grigio.
I migliori gamer hanno giudicato il design assai gradevole, importante dire che è la console più grande che la Sony abbia immesso sul mercato.
Inoltre il logo è scavato nella scocca ed i simboli di sempre vanno a ricoprire la superficie interna.
Questa volta, a differenza delle altre, le forme e i led molto opachi mettono in risalto tutti gli elementi e i meccanismi che formano l’hardware.
Può essere collocata sia in maniera verticale, ultimamente sul web si nota che tutti la mettono così, ma anche in maniera orizzontale, anche se vi è un meccanismo particolare da mettere in pratica.

Ma non ci sono stati dei cambiamenti solo estetici, anzi.
La velocità di avvio di un gioco di notevoli dimensioni , ad esempio Spiderman, non impiega più di 7-8 secondi per il salvataggio e massimo dieci per iniziare subito a giocare.
Inoltre sono stati fatti dei test sia sull’assorbimento e sul livello di rumorosità, infatti la console assorbe molto quando girano i titoli di nuova generazione, ottimi i livelli di rumore, assai più contenuti rispetto alla quattro pro.

E’ ufficiale: C’è acqua sulla Luna!
Ad annunciarlo è stata proprio la Nasa come dimostra il video pubblicato con la scoperta inequivocabile della ‘firma’ della molecola di acqua (H2O), rilevata per la prima volta sulla Luna dal telescopio volante Sofia.

Ci sono vari studi per quanto riguarda questo argomento ed, uno di essi, condotto dall’Università del Colorado, stima che oltre 40.000 chilometri quadrati di superficie lunare potrebbero intrappolare acqua sotto forma di ghiaccio in piccole cavità ombreggiate.
Ricordiamo inoltre che già ricerche precedenti avevano indicato la possibile presenza di acqua sulla superficie lunare, soprattutto per quanto riguarda il polo Sud, anche se gli strumenti usati per le rilevazioni non permettevano di distinguere se il segnale derivasse dalla molecola d’acqua H2O o dall’idrossile (OH) legato ai minerali.
A quanto pare, ad oggi, Il telescopio Sofia, montato recentemente a bordo di un Boeing 747, ha risolto il mistero. Esso ha analizzato lo spettro della Luna a una lunghezza d’onda di 6 micrometri a cui l’acqua non può più essere confusa con altro.
Moltissima emozione da parte degli esperti per questa nuova scoperta.

“Aver visto la firma spettrale della molecola d’acqua è un grande passo avanti, perché ci permette finalmente di risolvere una questione aperta da anni”.
Ha commentato così la scoperta Enrico Flamini, presidente della Scuola Internazionale di Ricerche per le Scienze Planetarie (IRSPS) presso l’Università di Chieti-Pescara.
Questo ci dice che la Luna potrebbe essere meno arida del previsto – aggiunge Flamini – ma non è ancora possibile stabilire quanta acqua ci sia e quanta sia utilizzabile: di certo questa scoperta ci aiuterà a pianificare meglio le future missioni”.
Infatti le analisi dimostrano che a latitudini più meridionali l’acqua è presente in abbondanza, probabilmente a causa delle matrici rocciose.

Qualche giorno fa intorno ad Instagram si è creata una polemica per quanto riguarda la rimozione di foto artistiche semi-nude.
La polemica nasce proprio da una modella di nome Nyome Nicholas-Williams, paladina della lotta contro il body shaming.

Qualche giorno fa la piattaforma instagram ha commesso un errore che non è passato inosservato, tutto parte da una foto di Nyome Nicholas-Williams, modella famosa per la sua lotta contro il body shaming. 
La donna aveva pubblicato una foto semi-nuda, infatti in questa foto la donna copre il suo seno con le braccia ma instagram l’ha rimossa.
”I corpi magri e bianchi vengono lodati e apprezzati per la loro forma quando appaiono nudi su questa piattaforma e le immagini non vengono mai rimosse, né viene chiesto per quale motivo è stata pubblicata la foto […] Abbiamo tutti dei corpi e possiamo scegliere di celebrarli come desideriamo. I dipinti rinascimentali erano per lo più basati sul corpo nudo, amo l’arte quindi lo so !! Come siamo diventati così spaventati di condividere la nostra arte e celebrare i nostri corpi senza essere sessualizzati o giudicati dagli altri? Questa è arte, io sono arte!’‘, queste sono state le parole della donna.

In compenso instagram ha chiarito la sua posizione e, tramite una portavoce ovviamente, ha spiegato che: ”Sappiamo che abbiamo sbagliato qualche per quanto riguarda l’algoritmo e lo stiamo cambiando, ma ci impegnamo a farlo bene. Oltre a questo cambiamento di politica, all’inizio di quest’anno ci siamo impegnati in un più ampio lavoro di equità per assicurarci di supportare meglio la comunità nera sulla nostra piattaforma”.
Inoltre la politica di instagram ha sempre dichiarato che le foto per quanto riguarda i nudi artistici sono consentite se le parti intime vengono coperte, quindi perchè la foto della modella è stata eliminata?

Secondo le ultime notizie nel dossier della Roma sarebbe spuntato il nome di DaGrosa. A quanto pare la brochure della Roma è finita sul tavolo dell’imprenditore.

Joseph DaGrosa è l’ex proprietario del Bordeaux, che acquistò alla modica cifra di 114 milioni nel 2018 insieme alla società della King Street, a cui poi ha ceduto le quote all’inizio di dicembre.
DaGrosa ha un progetto in mente super interessante ovvero dare vita ad un network sul modello del City Football Group quindi l’uomo sta puntando ad un nuovo investimento.
”Non stiamo guardando a uno dei top club”-dichiara- ”anche solo per quanto riguarda un discorso di costi, ma ce sono altri che sembrano molto interessanti. Esistono moltissimi istituti di credito che ora si trovano come proprietari di club che sono mal equipaggiati per gestirli e quindi in questo momento si stanno dando da fare cercando di capire cosa fare. Per me tutto questo da l’inizio ad un’opportunità per fornire liquidità al mondo del calcio e per quanto riguarda il nostro punto di vista è un’opportunità per acquistare i club con uno sconto. Molto probabilmente c’è anche la possibilità di ottenere alcuni grandi giocatori a prezzi più bassi rispetto a quelli abituali”.

Poi l’imprenditore spiega nel dettaglio in che cosa consiste il suo nuovo progetto: ”C’è davvero la possibilità di costruire una piattaforma simile al City Football Group, in un periodo di tempo ovviamente molto più breve e ad un costo molto più basso. E’ stato fatto un ottimo lavoro e quindi pensiamo che sia un ottimo modello, ma comunque siamo in un momento in cui bisogna fare la stessa cosa però in meno tempo. Speriamo di avere il nostro primo club entro settembre o ottobre e questo dipende soprattutto dai tempi del mercato estivo”, conclude DaGrosa.

Ormai in America esistono già da un pò e finalmente arrivano anche in Italia.
Dal prossimo aggiornamento Facebook sarà possibile creare un vero e proprio avatar personalizzato e crearlo a nostra immagine e somiglianza.

Questo tipo di emoji sui telefoni Apple c’è già da anni ed ora anche Facebook ha voluto ‘adattarsi’ infatti dal prossimo aggiornamento sarà possibile creare un avatar che ci assomiglia quanto più è possibile.
Inoltre in questi giorni i social stanno lanciando delle tantissime novità a partire da Instagram che crea filtri nuovi ogni giorni, moltissime persone, soprattutto per quanto riguarda gli influencer, in questi giorni stanno creando dei filtri personalizzati che possono usare tutte le persone iscritte al social.
Inoltre sappiamo anche che Giphy, famosa società di GIF, prossimamente sarà integrata su Instagram.
Anche whatsapp ha presentato i suoi aggiornamenti dando la possibilità di fare videochiamate fino ad otto persone.
Dopo tutte queste novità anche Facebook ha voluto adeguarsi ed è partito da Messenger Rooms fino ad arrivare ai nuovi avatar.

Ma come si fa a creare su FB un avatar personalizzato? In realtà è molto semplice.
Per creare il proprio avatar su Facebook basta andare su un post qualsiasi ed entrare nei commenti. Cliccando un commento si presenterà un’icona a forma di faccina e proprio grazie a quest’icona si potrà creare il proprio avatar personalizzato.
C’è la possibilità di modificarlo in tutti i punti di vista a partire dai capelli, la forma e il colore degli occhi, labbra carnose o sottili, colore della pelle, aggiungere occhiali da vista o da sole.
Una volta creata la propria icona digitale sarà possibile usarla sempre sia per quanto riguarda i commenti che i post stessi, andando sempre a cliccare sull’icona a forma di faccina.

4 valvola-pop-off-universale-benzina-type-7-simoni-racing

4 valvola-pop-off-universale-benzina-type-7-simoni-racingSpesso e volentieri, capita di dimenticarsi le scadenze: ad esempio il pagamento del bollo, ma anche il giorno in cui portare la propria auto a cambiare le gomme in vista del cambio in inverno. Le situazioni possono essere le più disparate, ma è abbastanza facile intuire come la sicurezza auto dovrebbe essere messa tra le priorità e segnarsi bene tutte le varie attività da svolgere sul calendario con la matita rossa.More Link

9 mario-1558068_960_720

9 mario-1558068_960_720Quali sono i migliori giochi arcade della storia?

Riassumerlo è molto difficile, considerato che chi ha qualche anno in più sulle spalle ben rammenta i pomeriggi trascorsi nelle sale giochi di città.

Niente ci vieta tuttavia di cercare di stilare una piccola classifica, cominciando dal mitico Puzzle Bobble, oggi replicabile anche online, con la sua frenesia, i suoi colori e il suo divertimento sfrenato: un vero e proprio must che si è proposto in tante versioni nel corso degli anni, e che sembra essere ben lungi dall’aver esaurito la propria straordinaria attrattività.More Link

Eclissi totale di luna

Eclissi totale di luna per un periodo di 103 minuti: il 27 luglio anche gli italiani potranno essere tra coloro che potranno visionare questo evento di grande fascino e rilevanza scientifica. Ecco di cosa si tratta e come visionare questo evento importante

Sarà visibile anche dal territorio italiano la prossima eclissi totale di luna che avverrà il 27 luglio dell’anno in corso: essa affascinerà la calda giornata estiva, dove con molta probabilità le condizioni meteo saranno ottimali ed essa sarà ben visibile durando per ben 103 minuti. Questa eclissi, insomma, verrà considerata come un fenomeno molto raro e straordinario, e come il più lungo del secolo.

Il fenomeno straordinario sarà previsto dalle ore 21 e 30 fino alle 23 e 14 per la sua totalità ma l’intero arco temporale che prevede il fenomeno anche nella sua parzialità sarà dalle ore 19 e 13 fino alle ore 02 e 31.

L’eclissi totale di luna del 27 luglio sarà la più lunga del 21° secolo e per questo sarà uno spettacolo da non perdersi: l’eclissi lunare avviene quando l’ombra della terra, illuminata dal sole, crea un oscuramento totale della luna o parziale nel caso dell’eclissi parziale di luna.

Durante l’eclissi la luna assume un colore rossastro causato dallo scattering di Rayleight.

Truffe WhatsApp

Truffe WhatsApp: la tecnologia ha reso il terreno molto fertile a chi opera nell’illegalità cercando con ogni mezzo di truffare il prossimo. Messaggi bancari fittizi su WhatsApp starebbero mettendo a rischio i clienti di Unicredit

Difendersi dalle truffe associate ai nuovi mezzi tecnologici è diventata ormai una cosa “normale”, in quanto i sistemi informatici hanno insegnato a tutti che i benefici da essi portati sono tali soltanto se va prestata la massima attenzione.

Le truffe su WhatsApp vedono chi delinque inviare messaggi per conto degli Istituti bancari ed in particolar modo dalla Banca Unicredit ai propri clienti: i messaggi riguardano problematiche riguardanti il conto corrente e sono atti a spingere il mal capitato a compilare dei form aperti cliccando su dei link specifici presenti nel messaggio fittizio.

Dopo che il cliente avrà compilato la scheda con ogni dato sensibile, che avrà tutta l’aria di essere una scheda presente all’interno del sito ufficiale, il truffatore sarà in grado anche di svuotare totalmente i soldi contenuti all’interno del conto corrente.

Sarà importante essere a conoscenza dei metodi usati dalle banche per contattare i propri clienti che non prevedono certamente l’utilizzo di messaggistica di alcun genere ma bensì metodi più affidabili come quelli di contattare il cliente via telefono dando ad egli ogni opportuna garanzia.

Sostituzione batterie iPhone

Sostituzione batterie iPhone: qual è stata la conseguenza di questa situazione?

Da ormai diverse settimane a questa parte, per quel che concerne il settore della telefonia mobile gestito dalla grande azienda tecnologica statunitense Apple, l’argomento che, più di tutti, è stato sulla bocca di tutti, riguarda senza ombra di dubbio il cosiddetto scandalo che ha coinvolto gli iPhone. Secondo alcuni, infatti, il calo delle prestazioni dei melafonini sarebbe stato frutto di una obsolescenza programmata da parte della casa di Cupertino: una mossa messa in atto per vendere ancora più terminali.

Un’accusa gravissima, che tuttavia Apple ha rispedito al mittente. Tanto più che il gigante americano, per correre ai ripari, ha anche messo in atto una campagna di sostituzione delle batterie degli iPhone ad una cifra particolarmente scontata: soltanto 29 euro, a fronte delle 89 euro previste.

Un fattore, questo, che tuttavia, secondo alcuni autorevoli analisti, potrebbe andare a porre un freno piuttosto forte nelle vendite degli iPhone. Si stima, infatti, che la prospettiva, da parte dei clienti, di poter sostituire la batteria del proprio melafonino ad una cifra così bassa, farebbe propendere molti di essi per un mantenimento dell’apparecchio per almeno un altro anno ancora. In sostanza, alcuni, dopo aver cambiato la batteria, deciderebbero di non comprare un nuovo apparecchio per diversi mesi almeno, per una possibile perdita percentuale di vendite pari a circa il 4%.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi